DOMENICA DI PARTENZE

Risultati immagini per partenze valigia

Domenica di pioggia fine, leggera e triste. Domenica di nebbia fredda che picchia alle finestre come un gioco. Metà marzo quasi novembre, metà marzo e le gemme spaventate che non lasciano i petali sbucare. Primavera soltanto immaginata, oggi.

E piove, piove, piove; piove mentre pieghi le camicie, mentre controlli che lui non abbia dimenticato il dopobarba, piove mentre cerchi di chiudere la cerniera della prima valigia.

Risultati immagini per partenze valigia

Piove verso la stazione, sul binario, oltre la pensilina; ti stringi nel cappotto pesante, ancora,  anche stamattina. Ed un treno quasi nuovo si allontana senza suono, la nebbia di un marzo come novembre lo nasconde.

Risultati immagini per partenze alla stazione

A casa Lalolle gira per le stanze ripetendo microbiologia e Ice si stira i pantaloni, quelli che mancano sempre all’appello; altre valigie accatastate aspettano il loro momento, quasi  pronte, quasi chiuse. Manca qualcosa soltanto, l’ultima cosa, la più importante… chissà cosa.

 Risultati immagini per ragazze valigiaRisultati immagini per ragazze valigia

Sarà ora verso sera; sarà quello il momento. Intanto piove, ancora, e nelle stanze fa sempre più freddo. Avanza il giorno: domenica di partenze, preparativi, raccomandazioni e discorsi con poco costrutto, qualche parola alta subito smorzata. Per una settimana staranno via, inutile arrabbiarsi.

Unica che dorme, inconsapevole,  la gatta – raggomitolata sulla poltrona – vicino al termosifone.

Risultati immagini per ragazze valigiaRisultati immagini per ragazze valigia

Ed infine la casa vuota, buio intorno, silenzio.

Lo spazio si allarga,il tempo si dilata all’improvviso: nella quiete delle stanze tutto è possibile, ormai.

Risultati immagini per donna in attesa casa vuota

In me il tuo ricordo

In me il tuo ricordo è un fruscìo
solo di velocipedi che vanno
quietamente là dove l’altezza
del meriggio discende
al più fiammante vespero

tra cancelli e case
e sospirosi declivi
di finestre riaperte sull’estate.
Solo, di me, distante
dura un lamento di treni,
d’anime che se ne vanno.
E là leggera te ne vai sul vento,
ti perdi nella sera.

Vittorio Sereni, da “Frontiera”

Risultati immagini per donna in attesa casa vuota

Annunci