Magie

Immagine di Federica Porro, dal web

Poco tempo, correre dietro ad una miriade di cose: quando avrai più tempo lo spiegherai…

Foglie che cadono, pioggia, buio che avanza; fredde giornate umide, voglia di chiudersi in casa. Notte: serriamo le imposte, prepariamo una calda tisana dolce, copriamoci con il piumone. Basta una musica e tutto è dimenticato: non vi sono più affanni nè offese, svanisce la paura, torna il tepore della casa che l’estate ha disperso.

Poco tempo, un lieve sentore dell’amore che comunque sfuma intorno: un altro giorno ti spiegherai.

E allora, Isabella, con una poesia delicata e dolce come questa stagione triste che è autunno: a ben guardarlo, però, anche l’autunno ha un suo fascino malinconico che è la pioggia che cade e dilava, è l’albero che perde le foglie per prepararsi alle gemme della futura stagione, è il ritirarsi in casa cercando il calore della casa.

Grazie, Isabella, ben tornata!

Ecco  per  voi  dalla  Francia  il  mio  regalo.

”Les  parfums  ont  plus  d’une  ressemblance  avec  l’amour  et  il  y  a   même  des  gens  qui  pensent  que  l’amour  n’est  qu’une  sorte  de  parfum.

Alfred  de  Musset

Incroyable   mystère
c’est   l’amour.
Ma  mèlancolie,
quand  je  pense
à  toi,
s’envole,
et  le  temps
passe  vite.
Tu  es
le  parfum
que  je  prefère.
J’adore
porter
tous  les  jours
ton  essence !

Isabella Scotti

Il   pensiero  di   de  Musset  era  su  di  una  stampa  che  faceva  la  pubblicità  al  profumo  ”Magie”  della  Lancôme ,  trovato  in  una  brocante , mercatino  tipico  francese  di  cose  un  pò  retrò(  anche  qui,  come  per  la  prima   ”e”  di  meme , sulla  ”o”  di  Lancôme ci  va  un  accento, il  triangolino  capovolto  che  dal  computer non so mettere, sorry ).  Da  questo  pensiero  di  de  Musset   è  nata  …

View original post 89 altre parole

Annunci

8 pensieri su “Magie

I commenti sono chiusi.